AVM TREKKING TOUR
 
02-03-04 Giugno 2017 
 
TREKKING SULLA VIA DEL SALE da Varzi a Sori 
un itinerario dalla storia millenaria, dalla pianura al mare attraverso l’Appennino 
(3 giorni e 2 notti)
 
Introduzione al viaggio 
AVM Trekking propone uno dei trekking appenninici più conosciuti e amati, che percorreremo in tre giorni, in un susseguirsi di meraviglie, seguendo un itinerario antico che permette di inoltrarsi in una delle più belle e interessanti aree dell’Appennino settentrionale.
La Via del Sale è un magnifico itinerario turistico, per escursionisti a piedi, in bicicletta e a cavallo che permette di scoprire un mondo variegato di natura, paesaggi, cultura, tradizioni locali ed enogastronomia. Questa via storica è parte del più ampio percorso denominato Via del Mare, che unisce Milano a Portofino, passando anche per Pavia e Voghera. AVM prende il proprio nome proprio dalla Via del Mare perché è proprio AVM ad averla ideata e definita come grande itinerario escursionistico.
Il trekking parte Varzi, antico borgo medievale montano, nel cuore della Valle Staffora, in Oltrepo pavese (l’Appennino lombardo), un tempo importante stazione commerciale posta lungo la Via del Sale, ad una quota di circa 400 m. Guadagnamo quota raggiungendo il Monte Boglelio mille metri di dislivello più su, dove inizia l’ampio crinale in quota, che ci accompagnerà sino al Monte Antola, il secondo giorno.
Seguiremo il filo del crinale, attraversando ampie e panoramiche radure e ridotti boschi di faggi, sino a raggiungere la cima del Monte Chiappo (1700 m), massima elevazione dell’intera Via del Sale. Dopo aver goduto dei magnifici panorami che offre la cima, scenderemo a Capanne di Cosola, piccolo abitato ai piedi del Monte Chiappo, dove pernotteremo in un grazioso albergo. Il giorno successivo seguiremo ancora crinali in quota altamente panoramici, fra le valli Borbera, Trebbia e Scrivia, per raggiungere la Liguria, nei pressi di Torriglia, dove pernotteremo presso un delizioso B&B. La tappa a seguire ci condurrà, sempre seguendo spesso il filo di crinali ora boscati, ora con radure o vegetazione arbustiva, sino ai pressi di Colle Caprile, frazione di Uscio, ormai in odor di mare. Infine raggiungeremo la nostra meta finale, la spiaggia di Sori, un grazioso borgo marinaro. Anche durante quest’ultima tappa percorreremo magnifici sentieri immersi in boschi di querce o arbusti di erica, toccando punti panoramici sul mare, ormai a portata di mano.
L’Appennino settentrionale, di cui attraverseremo a piedi una parte, è una delle aree a più alta biodiversità d’Europa e rappresenta, quindi, un patrimonio di inestimabile valore non solo per l’Italia ma per l’intero continente europeo.
Durante tutto il cammino avremo sempre innanzi a noi l’orizzonte blu del mare, che si avvicinerà di ora in ora, di passo in passo. Già questa particolarità del trekking conferisce un forte elemento emotivo e spettacolare.
 
PROGRAMMA GIORNALIERO 
Il percorso escursionistico del nostro trekking ricalca in gran parte l’antica Via del Sale, di cui sopra abbiamo delineato il profilo storico. A Torriglia la traversata abbandona il percorso antico originale, diretto a Genova, per seguire mulattiere e sentieri che rappresentavano un tempo le principali vie di transito fra i borghi e i casolari arroccati sugli impervi versanti dei monti dell’entroterra genovese. Così è stato definito un itinerario che avesse come meta finale il Golfo Paradiso. L’incantevole borgo di Camogli, che si affaccia sul golfo, i paesaggi mediterranei che si aprono agli occhi dell’escursionista giunto ormai al termine della traversata, sono la degna conclusione del più affascinante trekking dell’Appennino settentrionale.
Si tratta di un itinerario alla portata praticamente di tutti, senza tappe massacranti e altre troppo brevi. Si è cercato di studiare l’itinerario in modo tale da distribuire il più equamente possibile l’impegno in ogni tappa e nello stesso tempo evitando di trasformare la traversata in una corsa impossibile verso il mare con tappe troppo lunghe o, al contrario, renderla una interminabile sequenza di mini tappe.
Nella seconda e terza tappa sono indicati dislivelli superiori a 1000 m ma bisogna considerare che non si tratta di un’unica salita o un’unica discesa ma di un saliscendi che quindi alterna salite e discese con dislivelli moderati, i quali sommati danno poi il dislivello totale. Solo la prima tappa presenta una salita più costante, anche se non mancano, pure qui, alcuni saliscendi.
 
NB: i tempi di percorrenza indicati si riferiscono a quelli di cammino, quindi pause varie escluse.
 
Prima Tappa da Varzi a Capanne di Cosola
Partenza da Pavia (piazzale stazione ferroviaria, ore 8:00). Raggiungimento di Varzi e partenza trekking, ore 9:00.
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 6/7 h
Dislivello + : 1500 m
Dislivello - : 400 m
Sviluppo: 21 km
 
Seconda Tappa da Capanne di Cosola a Santa Maria del Porto (Torriglia)
Partenza da Capanne di Cosola, ore 8:00
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 6 h
Dislivello + : 750 m
Dislivello - : 1200
Sviluppo: 21,5 km
 
Terza Tappa da Santa Maria del Porto (Torriglia) a Sori
Partenza da S. Maria del Porto, ore 7:00
Difficoltà: E+
Tempo di percorrenza: 6/7 h
Dislivello + : 750 m
Dislivello - : 1580
Sviluppo: 25 km
 
Rientro in treno da Sori a Pavia.
 
COSTI 
Quota a persona per gruppo da 8 a 10 persone: 240 €
Quota a persona per gruppo da 11 a 14 persone: 220 €
 
Iscrizione 
Perché l’iscrizione sia effettiva occorre versare la quota di 240 €, entro il 22 Aprile 2017, tramite bonifico.
Nel caso i partecipanti fossero più di 10 restituiremo i 20 € di differenza con la quota di 220 €.
 
Nel caso in cui un iscritto annullasse la partecipazione verrà trattenuta parte della quota:
annullamento entro il 13 maggio, trattenuta del 30% della quota
annullamento oltre il 13 maggio, trattenuta del 70% della quota
In caso di nostro annullamento del trekking, per cause maggiori, la quota verrà interamente restituita.
 
La quota comprende 
Servizio di Guida Escursionistica per i 3 giorni del trekking.
1 notte in albergo a Capanne di Cosola, 1 notte in B&B a S. Maria del Porto, con servizio di mezza pensione in camera doppia.
2 cene, 2 pranzi al sacco.
Servizio di trasporto pulmino privato.
Polizza assistenza sanitaria Allianz Global Assistance.
 
Pernottamenti presso:
Albergo Capanne di Cosola, località Capanne di Cosola, Cabella Ligure (AL)
B&B Villa Tiffany, località Madonna del Porto (Torriglia - GE)
 
La quota non comprende 
Biglietto treno di rientro da Sori, spese di carattere personale, bevande extra e tutto quanto non previsto nella voce “La quota comprende”.
 
INFORMAZIONI GENERALI 
Difficoltà: E + (Escursionistico con impegno fisico medio-alto). Nessuna difficoltà tecnica.Gruppo: minimo 8 partecipanti, massimo 14.
Guida: Pierre Greppi, Naturalista e Guida Ambientale Escursionistica (Tessera LO 324).
 
Nel caso di intolleranze alimentari, problemi respiratori e cardiaci o altri problemi fisici che potrebbero interferire negativamente con l’attività escursionistica, si prega di informare la guida preventivamente.
 
ATTREZZATURA 
Si consiglia di utilizzare uno zaino di 35/40 litri. I bastoncini da trekking sono vivamente consigliati. Abbigliamento da trekking primaverile, con almeno un maglione, un paio di calzoni lunghi, cappello e guanti in pile, occhiali da sole, crema solare, cappellino in cotone, giacca impermeabile, copri zaino impermeabile, consigliata la borraccia a sacca da 2 litri da inserire all’interno dello zaino. In generale considerare un abbigliamento a cipolla in quanto, in particolare durante il cammino della prima e seconda tappa, dove si superano i 1500 metri di quota, se c’è vento, potrebbe fare freddo, mentre alla fine del trekking, alle quote inferiori, potrebbe anche fare piuttosto caldo. Utilizzare calzature non rigide, con cavigliera medio-bassa o bassa, buona traspirazione, ponendo attenzione al loro peso, perché un etto in più sulla scarpa corrisponde a mezzo chilo di carico in più sulla schiena! La Guida utilizza scarpe da trail: comode, ottima tenuta, leggerissime, si asciugano velocemente. Può tornare utile avere con se qualche bustina di integratori di sali minerali (potassio e magnesio) e qualche cerotto.
Valutare con estrema cura anche il peso complessivo dello zaino, cercando di ridurlo il più possibile, lasciando a casa qualsiasi cosa possa essere superflua. Di certo non scordate la macchina fotografica!
 
Regole base di escursionismo di gruppo con Guida 
I partecipanti devono in linea di massima sempre essere preceduti dalla Guida. Nel caso avessero necessità di fermarsi devono sempre comunicarlo alla guida, mai avanzare la guida e il gruppo o partire per conto proprio o addentrarsi per altri sentieri senza avvisare la guida (che può anche non autorizzare tale iniziativa per motivi di sicurezza). In ogni caso, qualsiasi iniziativa del partecipante presa senza avvisare la Guida o senza la sua autorizzazione esula dalla responsabilità delle Guida stessa e il partecipante si assume ogni responsabilità in merito.
Infine, regola di buon senso: per rispetto nei confronti di tutti i partecipanti e della Guida, si deve ricordare che, accettando di partecipare ad un’escursione di gruppo, è necessario accettare anche i tempi e i modi in cui l’escursione viene condotta, che necessariamente sono diversi dall’andare soli o in compagnia di pochissime persone.
Durante le escursioni AVM Trekking non si corre ma si gode delle meraviglie nelle quali si è immersi e si cammina senza stress da prestazioni, dando spazio ad un sano rilassamento di mente e corpo e alla socializzazione fra persone spesso con passioni simili (ad esempio l’escursionismo, la montagna, la natura, i viaggi), simpatiche e interessanti.
 
ISCRIZIONE E INFO 
Iscrizione obbligatoria entro il 22 Aprile 2017, con versamento quota.
 
Per informazioni sugli aspetti tecnici del trekking contattare la Guida Pierre Greppi:
cell. 388.1274264 - email: info@viadelmare.pv.it (web: www.viadelmare.pv.it)
Iscriviti

AVM Trekking (Associazione Via del Mare - A.P.S.) © 2017 - Via Roma, 2 - 27048 Sommo (PV) - Codice Fiscale 96060950183 - Tel. 388.1274264/348.7905642